Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Equipollenza dei titoli di studio e dichiarazioni di valore

I titoli di studio stranieri non hanno valore legale in Italia. Pertanto – qualora debbano essere utilizzati in Italia in vari ambiti – è necessario chiederne il riconoscimento. Esso comporta un diverso percorso a seconda che il riconoscimento sia destinato a conferire valore legale al titolo attraverso il riconoscimento accademico o sia destinato a permettere di ottenere l’accesso ai pubblici concorsi o benefici specifici.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il sito del Centro Informazioni Mobilità Equivalenze Accademiche CIMEA.

In ogni caso, è necessario richiedere preliminarmente alle rappresentanze diplomatico-consolari italiane una Dichiarazione di Valore, relativa al percorso formativo e alla tipologia di titolo di studio conseguito.

 

1. DICHIARAZIONE DI VALORE DEL DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Al fine di ottenere la Dichiarazione di Valore relativa al diploma di scuola secondaria di secondo grado è necessario presentare:

  • Domanda di preiscrizione come generata dal portale UNIVERSITALY, firmata dallo studente;
  • 1 fotocopia del passaporto;
  • diploma originale di liceo vistato dalla Sottoprefettura/Prefettura con timbro “Apostille” (Convenzione de L’Aja del 5 ottobre 1961), completo di copia con traduzione in italiano. Copia e traduzione debbono essere vistate da un notaio e riportare il timbro “Apostille” apposto dalla Sottoprefettura/Prefettura;
  • una copia del certificato di OSYM di superamento nel 2024 dell’esame YKS (TYT e AYT) per l’accesso agli studi superiori in Turchia.

IMPORTANTE: gli studenti che hanno sostenuto l’esame YKS (TYT e AYT) in anni precedenti al 2024 ma che si sono immatricolati ad un corso universitario in Turchia dovranno esibire il risultato dell’esame YKS (TYT e AYT) insieme ad un certificato d’iscrizione rilasciato dalla loro attuale Università in originale vidimato con timbro “Apostille”. Tale certificato può essere presentato in lingua turca o inglese e non necessita della traduzione in lingua italiana.

Non può essere rilasciata una dichiarazione di valore agli studenti che hanno sostenuto l’esame YKS (TYT e AYT) in anni precedenti al 2024 e non si sono mai immatricolati ad un corso universitario in Turchia.

IMPORTANTE: tutta la documentazione deve essere presentata in originale, legalizzata più una fotocopia.

 

2. DICHIARAZIONE DI VALORE DEL DIPLOMA DI LAUREA

Preliminarmente si fa presente che la Dichiarazione di valore non è necessaria se lo studente ha già ottenuto l’attestazione di comparabilità del diploma estero da parte del centro ENIC-NARIC italiano (CIMEA) o il diploma è accompagnato dal diploma supplement. Ciascuna Università italiana indica nel portale UNIVERSITALY se è necessaria la Dichiarazione di valore del diploma straniero.

Al fine di ottenere la Dichiarazione di Valore relativa al diploma di laurea è necessario presentare:

  • Domanda di preiscrizione come generata dal portale UNIVERSITALY, firmata dallo studente;
  • 1 fotocopia del passaporto;
  • 1 fotocopia del diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  • diploma originale di laurea vistato dalla Sottoprefettura/Prefettura con il timbro “Apostille” (Convenzione de L’Aja del 5 ottobre 1961), completo di copia e traduzione in italiano. Copia e traduzione debbono essere vistate da un notaio e riportare il timbro “Apostille” apposto dalla Sottoprefettura nonché’ il “transcript” in inglese del corso di laurea, indicante gli esami sostenuti dallo studente. Se il “transcript” è in turco dovrà essere tradotto in lingua italiana, vistata da un notaio e dalla Sottoprefettura con timbro “apostille”, più una fotocopia.
  • Per i diplomi rilasciati in lingua inglese si prega di verificare con l’Università italiana se il diploma necessita della traduzione in lingua italiana. Gli studenti dovranno mostrare la documentazione comprovante il requisito richiesto dall’università.

IMPORTANTE: tutta la documentazione deve essere presentata in originale, legalizzata più una fotocopia.

 

3. DICHIARAZIONE DI VALORE A FINI LAVORATIVI

Si fa preliminarmente presente che il modello di dichiarazione di valore è valido sia per motivi di studio sia per motivi di lavoro. Tuttavia, la Dichiarazione di Valore a fini lavorativi viene redatta sulla base della specifica richiesta (ad esempio per carta Blu, per procedura di riconoscimento del titolo, per lavoro subordinato ecc.).

In caso di richiesta di dichiarazione di valore finalizzata al riconoscimento del titolo professionale, gli interessati devono presentare anche una copia della legge locale che regola la professione in oggetto.

Al fine di ottenere la Dichiarazione di Valore a fini lavorativi è necessario presentare:

  • Certificato di residenza nella circoscrizione di Ankara;
  • Formulario di richiesta;
  • Contratto di lavoro;
  • 1 fotocopia del passaporto;
  • 1 fotocopia del Diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  • Diploma originale di laurea vistato dalla Sottoprefettura con il timbro “apostille” (Convenzione de L’Aja del 5 ottobre 1961), completo di copia e traduzione in italiano. Copia e traduzione debbono essere vistate da un notaio e riportare il timbro “apostille” apposto dalla Sottoprefettura nonché il “transcript” in inglese del corso di laurea, indicante gli esami sostenuti dallo studente. Se il “transcript” è in turco dovrà essere tradotto in lingua italiana, vistata da un notaio e dalla Sottoprefettura con timbro “apostille”, più una fotocopia.

IMPORTANTE: tutta la documentazione deve essere presentata in originale, legalizzata più una fotocopia.

Le dichiarazioni di valore sono rilasciate a pagamento secondo le vigenti tariffe consolari.