Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Settimana della Cucina italiana nel mondo - 2021

Data:

22/11/2021


Settimana della Cucina italiana nel mondo - 2021

Prende il via oggi la Settimana della Cucina Italiana 2021.


L’iniziativa, giunta quest’anno alla sua sesta edizione, è una rassegna promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con l’obiettivo di celebrare il patrimonio della cucina italiana, promuovendone le eccellenze e la qualità. L’evento si svolge contemporaneamente in 124 paesi grazie all’attività di Ambasciate, Consolati, Istituti di Cultura, ICE e Camere di Commercio all’Estero e quest’anno affronterà il tema “tradizione e prospettive della cucina italiana: consapevolezza e
valorizzazione della sostenibilità alimentare”.


Anche per il 2021, le Rappresentanze diplomatico-consolari italiane in Turchia (Ambasciata d’Italia in Turchia, Consolato Generale d’Italia in Istanbul e Consolato d’Italia in Izmir) in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul, l’Ufficio ICE – Istituto per il Commercio Estero di Istanbul, la Camera di Commercio ed Industria Italiana in Turchia, l’Accademia della Cucina Italiana e il Liceo Italiano IMI – Özel Italyan Lisesi, hanno elaborato un programma ricco e articolato. Un viaggio che attraversa la cucina italiana tra scienza, arte e storia con l’intento di stimolare ancor di più nel pubblico la voglia di esplorare l’Italia, anche dal punto di vista gastronomico. Una particolare attenzione verrà data alle tematiche riguardanti i settori dell’agro-alimentare italiano, dei prodotti enogastronomici di eccellenza e dei prodotti a denominazione protetta e controllata; ai valori di benessere e nutrizionali della cucina italiana e della dieta mediterranea, con le sue varie sfaccettature a livello regionale; alle varie declinazioni della “green economy” nel settore enogastronomico, dall’economia circolare alla sostenibilità ambientale, alla lotta agli sprechi alimentari.


Il programma prevede anzitutto una serie di Masterclass che si terranno online o in forma ibrida e potranno contare su testimonial d’eccezione riconosciuti a livello internazionale: dallo Chef Claudio Chinali, Ambasciatore del gusto ed executive chef di Eataly, al
maestro della Cottura a Bassa Temperatura Marco Pirotta, dall’Ambasciatrice del Gusto Eleonora Andriolo, a noti Chef italiani sul territorio turco quali Giancarlo Gottardo (executive chef del gruppo Divan), Luigi Mariconda e Luca de Astis di Le Cordon Bleu
Turchia. I Webinar affronteranno vari temi dedicati ai valori nutrizionali e di benessere della cucina italiana, alla tutela e valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata e delle tradizioni enogastronomiche delle Regioni e dei territori italiani. La Professoressa, Antropologa ed Ambasciatrice del Gusto Elisabetta Moro condurrà il primo webinar della rassegna sul tema della dieta mediterranea, biodiversità ed ecologia. Napoli sarà presentata da Best Online Tours che ci porterà attraverso i suoi quartieri a bere il caffè ed assaggiare le paste più buone della città. Ozgur Kilinclar, di Nappo Pizza, unico pizzaiolo in Turchia ad aver ottenuto il riconoscimento di “Pizza Verace Napoletana”, spiegherà cosa distingue la pizza verace da tutte le altre. Il sommelier Daniele Montano illustrerà le tradizioni regionali del digestivo dopo pasto e dei dolci da abbinarvi, mentre l’Associazione Storie di Vino e di Donne, guidato da Agnes Antal dipingerà il quadro della viticoltura italiana attraverso l’intervento di Rosanna e
Giovanna Caruso, Chiara Lungarotti ed Erika Marchesini, imprenditrici italiane nel settore vitivinicolo.

L’edizione di quest’anno avrà un focus particolare anche sull’innovazione e le start-up. L’Ambasciata d’Italia, in collaborazione con l’Accademia della Cucina di Istanbul e Impact Hub, organizzerà un evento on-line dedicato al “match-making” tra aziende italiane del settore agroalimentare e 26 start up turche innovative per valutare possibili sinergie e collaborazioni.

A Izmir la settimana della cucina italiana sarà declinata sotto il tema della valorizzazione della sostenibilità alimentare in collaborazione con Slow Food da anni impegnata a favore della connessione tra culture locali, diversità alimentare e biodiversità. Attraverso un articolato programma, lo Chef Paolo Betti dell’Alleanza Slow Food dei cuochi organizzerà una cena con uno chef locale per lanciare, insieme alla Municipalità di Izmir, l’evento Terra Madre Anatolia 2022, per poi incontrare la rete Slow Food in Turchia e i produttori locali della regione egea nella città di Tire, Foca, Odemis. Non manca un’attenzione particolare alla formazione; con un articolato programma di cooking class e gastro show condotti dai rinomati chef Claudio Chinali, Ozgur Kilinclar, Luca De Astis, Cosimo Rotolo, Marco Pirotta, Eleonora Andriolo e Simone Romiti, rivolti agli studenti delle Accademie di cucina e delle facoltà di gastronomia di prestigiose università turche e agli operatori del settore. Per i più giovani, invece, il Liceo Italiano IMI – Özel Italyan Lisesi di Istanbul organizzerà una serie di eventi e workshop a tema, che saranno disponibili sul sito Instagram della scuola, mentre per le scuole italiane ad Istanbul sarà organizzato il concorso “La cucina italiana è...”.

La Settimana della Cucina Italiana è inoltre arricchita da eventi dedicati alla cultura. In particolare, l’Istituto Italiano di Cultura propone la proiezione online del film “I Villani”, regia di Daniele De Michele (in italiano con sottotitoli in turco). La Camera di Commercio ed Industria di Istanbul organizzerà quindi un evento dedicato alla stampa dal titolo “Nel girone dei golosi: A tavola ai tempi di Dante”, per ricordare i 700 anni dalla scomparsa del sommo poeta, da tutti riconosciuto come il padre della lingua italiana.


Il Circolo Roma organizzerà una lezione di cucina dedicata allo “gnocco” e le sue varianti regionali. Inoltre esporrà nelle proprie sale il quadro intitolato “Sagra”, commissionato al pittore Co┼čkun Sami dalla galleria d’arte Istanbul Concept in occasione della settimana della Cucina Italiana 2021. Sarà inoltre possibile assaporare l’Italia nei principali ristoranti italiani di Istanbul, che hanno aderito alla Settimana della Cucina Italiana, prevedendo nel loro menù un "piatto di casa mia", disponibile per l’intera settimana, incentrato su “la dieta mediterranea e l’utilizzo dei prodotti DOP”.


Per avere la massima diffusione anche sui social, sono stati coinvolti in una campagna ad hoc alcuni food influencer turchi su Instagram, che hanno presentato ricette italiane sui loro profili, con una particolare attenzione a preparazioni con ingredienti sostenibili e semplici. Il pubblico turco è infatti molto digitalizzato, con quasi 45 milioni di utenti su Instagram e un’avanzata digital literacy, come dimostra l’attenzione del pubblico alla qualità dei contenuti e alla risposta che ogni volta viene tributata alle iniziative del Sistema Italia in Turchia.


782